Bonus assunzione per i giovani Under 35

fgrr
Il contratto di apprendistato professionalizzante
25/06/2020

In un periodo difficile come questo parlare di nuove assunzioni per molti potrebbe sembrare fuori luogo, ma, proprio per questo, si deve essere positivi. Nel 2017, con la Legge di Bilancio 2018 (Legge 205/2017), il Governo ha pensato a aziende e giovani con il bonus assunzione per i giovani under 35.

L’esonero contributivo

L’esonero contributivo è un provvedimento strutturale, ovvero senza scadenza. Punta a favorire l’occupazione giovanile attraverso uno sconto dei contributi previdenziali del 50% destinato ai datori di lavoro. Ha una durata di 36 mesi fino a un tetto massimo di 3.000 euro l’anno.

La Legge prevede l’applicazione agli under 35 per il 2018 e agli under 30 dal 2019 in poi. L’esonero contributivo del 50% spetta per le assunzioni a tempo indeterminato con le tutele crescenti previste dal Jobs Act. Non è prevista l’applicazione dell’incentivo per le trasformazioni a tempo indeterminato dei contratti a tempo determinato.

Con il Decreto Dignità (Legge 96/2018), il Governo ha introdotto il Bonus assunzione per i giovani Under 35 ed ha prolungato l’incentivazione all’assunzione di under 35 anche al 2019 e al 2020. Inoltre, il Decreto estende il bonus anche alle assunzioni di colf e badanti, sempre under 35 ed al primo contratto a tempo indeterminato.

In caso di interruzione del contratto, lo sgravio contributivo può essere riconosciuto a ulteriori datori di lavoro per il periodo residuo, se presente.

Se l’assunzione  avviene entro 6 mesi dal conseguimento del titolo di studio e giovani che abbiano svolto il periodo di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato presso la stessa azienda, lo sgravio contributivo viene elevato al 100% dei contributi.

Attenzione

Il limite anagrafico per accedere scenderà a 30 anni a partire dal 2021, come originariamente previsto dalla Legge 205/2017.

Le istruzioni per l’esonero contributivo, eventuali motivi di esclusione e compatibilità con altri sgravi contributivi, sono presenti nella circolare 57 del 28 aprile 2020 dell’INPS e contenente le modifiche apportate dalla legge di stabilità 2020.

Elearning